lunedì 24 febbraio 2014

Colazione per me... zucchero o fruttosio?


Ciao a tutti, io al posto dello zucchero preferisco utilizzare il fruttosio. A quanto pare il fruttosio è un monosaccaride che presenta la medesima formula bruta dello zucchero comune.In poche parole è lo zucchero principale della frutta e del miele ed è presente anche in molte verdure.
Rispetto allo zucchero presenta un indice glicemico molto più basso ( 23 contro i 57 del saccarosio e 100 del glucosio) ma c'è anche da precisa che viene assorbito più lentamente dall'organismo.
Una volta assorbito,il fruttosio, non entra in circolo nel sangue come il glucosio, ma viene portato al fegato che lo trasforma in glucosio.
Qui può seguire due vie: o viene trasformato in glicogeno epatico, oppure in trigliceridiche poi vengono immessi nel sangue. Per questo motivo ha un indice glicemico così basso: non viene utilizzato, se non in minima parte, per innalzare la glicemia (il tasso di glucosio circolante).
Questo è un vantaggio finché il fegato non inizia a produrre trigliceridi, che vengono immessi nel sangue innalzando la trigliceridemia, che rappresenta uno dei fattori di rischio per le malattie cardiovascolari.

Potere dolcificante

Il potere dolcificante del fruttosio è pari a 133 contro 100 del saccarosio. Innanzitutto questo vale solo a freddo, quindi nelle torte il guadagno è nullo. Inoltre, in quanti pesano lo zucchero che mettono nel caffè? Dubito che il grammo e mezzo di differenza usato nel caffè venga misurato con precisione.
La differenza del 33% può sembrare importante, ma se la rapportiamo alle quantità di zucchero utilizzate in una corretta alimentazione, diventa irrisoria.
Lo zucchero dovrebbe essere utilizzato negli alimenti dove è strettamente necessario, ovvero:
  • alcune bevande particolarmente amare, e in quantità molto ridotta (caffè, té, ecc.);
  • nei dolci propriamente detti (torte, mousse, semifreddi, ecc.);
  • in alcune particolari ricette, in quantità bassissime (per esempio per ridurre l'acidità del pomodoro).
Chi mette due cucchiai di zucchero nel caffè, non tollera lo yogurt senza zucchero, mangia dolci solo se sono dolcissimi, ecc. deve abituare il gusto a cibi meno dolci piuttosto che sostituire il saccarosio con il fruttosio.
Chi invece usa la giusta quantità di zucchero spesso non va oltre i 20 g al giorno: usando il fruttosio avrebbe guadagnato 25 kcal!
Un soggetto che mette 10 g di zucchero nel caffè dovrebbe diminuire le quantità, piuttosto che usare il fruttosio al posto del saccarosio! Se le quantità sono quelle "giuste", quindi, i vantaggi sono minimi.
L'unica applicazione dove effettivamente un vantaggio ci può essere riguarda i dolci freddi. Per esempio, nei dolci Sì ogni porzione contiene all'incirca 10 g di zucchero, usando il fruttosio si può avere una dolcezza leggermente superiore (sempre che sia avvertibile). Un dolce non deve essere buono solo perché contiene molto zucchero, ma per altri fattori (uso di frutta fresca, di insaporitori, consistenze ottimali, ecc.).
Morale della favola: chi usa lo zucchero (fruttosio o saccarosio che sia) in modo corretto (ovvero poco!) può utilizzare quello che meglio crede senza sperare in grandi benefici nè svantaggi.
tratto da http://www.cibo360.it/alimentazione/cibi/dolci/fruttosio.htm

Le nostre cenette :-)


giovedì 20 febbraio 2014

Mai sentito parlare di Mediet?



Ospiti improvvisi?

Adoro queste buonissime merende... sarà un problema nn mangiarle tutte ad un fiato infatti le ho nascoste a mio marito... sono così belle e buone da presentare con piacere agli ospiti!
In questi giorni voglio proprio farvi vedere mille e modi per presentarle nella maniera più elegante o divertente che c'è! Festa improvvisa??? Freddi Dolciaria sarà la nostra alleata ideale sicure di fare un ottima e dolcissima figura con gli ospiti!
Ce n'è per tutti i gusti e per tutte le tasche visto che i prezzi sono davvero ottimi! Vi stupirò!
Se volete vedere i prezzi o acquistare online ho trovato anche il link diretto dell'azienda. 

mercoledì 12 febbraio 2014


Macedonia mista




Pasta senza glutine con pomodorini freschi


Tre minuti e via!



Prendete un qualsiasi formaggio che si può cuocere o che mantiene cottura e ricopritelo di pancetta, prosciutto crudo o speck. Cuocere per tre minuti girandolo molto spesso.Buon appetito.

Tec-Al i piaceri della tavola


Sfogliatine fantasia con formaggio Sbrinz.





Velocità: media
Porzioni: 2/3 persone  ( per + porzioni raddoppiare le dosi )
Ingredienti:
·       Un pugno di radicchio tagliato a fette
·       Un pugno di rucola
·       Una carota ( tagliata a fili sottili )
·       150 gr di formaggio Sbrinz
·       Un cucchiaio di olio d’oliva
·       Acqua o latte ( per allungare il composto nel frullatore )
·       Prosciutto crudo
·       Pasta sfoglia già pronta ( per realizzare velocemente il piatto )
·       Sale
·       Stuzzicadenti
·       frullatore
·       forno
·       formine per dolci
Procedimento:
Per prima cosa prepariamo tutti gli ingredienti e sistemiamoli sul tavolo in modo da avere tutto a portata di mano.
Posiamo sul frullatore : Un pugno di radicchio tagliato a fette, un pugno di rucola, una carota ( tagliata a fili sottili ), 150 gr di formaggio Sbrinz, un cucchiaio di olio d’oliva, un bicchiere di acqua o latte ( per allungare il composto nel frullatore ) ed un pizzico di sale. Frullare tutto in modo da avere un comporta nn troppo liquido ma cremoso quindi mettete l’acqua o il latte poco alla volta. Adagiare il composto su di una ciotola.
Prendere la pasta sfoglia e adagiarla sul tavolo di lavoro per creare tante forme di pasta sfoglia ( due identiche per ogni forma in modo da creare base e coperchio ) e riempire le basi con il composto appena preparato + un pezzo di prosciutto cotto. E chiudere le forme con la parte identica della base con una piccola pressione su tutto il perimetro della base e pungere con uno stuzzicadenti in modo da far cuocere la pasta in modo uniforme.
Cuocere al forno fino a quando non si colorerà leggermente la pasta sfoglia.

Idea originale e molto colorata per chiudere cassetti e fermare i nostri mille documenti



INGREDIENTI:

Olio exstravergine "Foresta Forte"
500 gr di funghi
Un pugno di arachidi
un cucchiaio di pesto
prezzemolo
aglio

PREPARAZIONE:

Soffriggere olio,aglio,prezzemolo, funghi e arachidi allungandoli con un cucchiaio di pesto e mezzo bicchiere d'acqua se necessario.
Dopo aver cotto il condimento adagiate su un piatto il condimento appena preparato e mettete a cuocere, sulla stessa pentola e aggiungendo un goccio d'olio, le fettine di pollo desiderate.
Non appena le fettine diventano bianche aggiungere il condimento con un po di olio e finire di cuocere tt insieme. 
Per far assorbire meglio il condimento alle fettine si consiglia di punzecchiare le fettine con una forchetta. 
Buon Appetito


Pizza fatta a mano





500 g di farina di Tipo 2 (oppure 0)
300 ml di acqua
10 g di zucchero
15 g di sale fino
30 g di olio extravergine d’oliva
10 g di lievito di birra fresco
Prendere un bicchiere con un poco di acqua tiepida e sciogliere il lievito nel bicchiere.
Creare una montagnetta con la farina e fare un buco al centro e versarci dentro il composto appena preparato.
Mescolare con le dita aggiungendo un po d’acqua pian piano. Quando la farina ha assorbito quasi tutta l’acqua, aggiungere zucchero e sale ed iniziare ad impastare energicamente fino ad ottenere una palla.
Ungere con l’olio il composto e continuare ad impastare (almeno 5 minuti).
Sbattetere la palla sul piano di lavoro per rafforzarne la struttura e disponetela in una terrina coperta da pellicola trasparente e lasciate lievitare per 2 ore a temperatura ambiente e in un secondo momento riponetela  in frigo e fatela riposare dalle 8 alle 12 ore.
Ungete una teglia e tamponate l’eccesso di olio con scottex.
Prendere una parte del composto ( 1/3 ),tenderlo con i polpastrelli e fate riposare per qualche minuto.
Preriscaldate il forno a 200°C (no forno ventilato) e infornate la pizza condita a vostro piacimento.
Il tempo di cottura varia dal 15/ 25 minuti.
La pizza è pronta quando i bordi mostrano un aspetto dorato. 

Uova con ripieno di tonno




INGREDIENTI:

  6 UOVA
  2 SCATOLETTE DI TONNO
  DEI POMODORI A GRAPPOLO
  UN PO DI VERDURA

  PREPARAZIONE:


Far bollire 6 uova in una pentola alta e riempirla d'acqua fino a ricoprire le uova. Lasciar bollire finchè non si spacca un pochino il guscio  dopodichè lasciare sfreddare le uova cambiando anche l'acqua calda con l'acqua fredda.Tagliare in due le uova e aiutandosi con un cucchiaino estrarre il tuorlo.Prendere tutti i tuorli e schiacciarli energicamente con il tonno per creare un composto omogeneo. Inserire il composto all'interno del bianco d'uovo.Applicare un chicco di pistacchio sull'uovo (tritato o intero). Decorare con le ve